Pizzoccheri con besciamella vegetale

Condividi se hai gradito!

Quanti di voi conoscono i pizzoccheri e sanno come sono fatti e come cucinarli? Speriamo che in tanti sappiate com’è fatto questo piatto, ma per chi ancora non lo conosce ecco a voi tutti i dettagli sulla sua origine e la procedura per realizzare l’impasto. In questo articolo troverete anche una nostra ricetta su come cucinare i pizzoccheri con la besciamella vegetale, per un vero primo piatto vegetariano!

Cosa sono i pizzoccheri?

I pizzoccheri della Valtellina sono una varietà di pasta preparata con farina di grano saraceno. Dalla forma simile alle tagliatelle, ma di colore grigiastro e non superano i 7 cm di lunghezza. I pizzoccheri sono un piatto tradizionale della Valtellina, in particolare di Teglio, e sono un piatto molto consumato in Lombardia e nel cantone svizzero dei Grigioni.

La ricetta che vi proponiamo oggi è quindi un primo a base di pizzoccheri della Valtellina e besciamella vegetale. Questo tipo di pasta non deve essere confusa con i pizzoccheri di Chiavenna, che sono invece una varietà di gnocchi, preparati con farina di frumento e pane secco ammollato nel latte.

Dove acquistare i pizzoccheri

Per chi non è pratico nel tirare la sfoglia della pasta dovete sapere che è possibile trovarli nei comuni supermercati. La maggior parte dei pizzoccheri che trovate nella grande distribuzione sono venduti sotto forma di pasta secca, già imbustati e pronti per la cottura. Ultimamente con il boom degli e-commerce alimentari è possibile anche acquistarli sotto forma di pasta fresca.

Ricetta Pizzoccheri con besciamella vegetale

Adesso è il momento di partire con la ricetta dei nostri pizzoccheri della valtellina con besciamella vegetale! Ecco a voi gli ingredienti e il procedimento.

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g pizzoccheri,
  • 1 verza,
  • 1 mazzo di coste (bietole da costa),
  • patate viola 240 gr.
  • 300 g crescenza o pecorino,
  • 5 foglie di salvia,
  • 100 ml olio evo,
  • sale e pepe

Ingredienti per la besciamella di patate

  • 500 ml latte d’avena o di soia non dolcificato
  • 20 g farina 0 o integrale
  • 20 g olio extravergine d’oliva
  • 20 g olio di semi di girasole
  • 140 g patate
  • Noce moscata

Qui trovi la ricetta della besciamella vegetariana di riso o di soia

Procedimento

Partiamo con le verdure: pulire e tagliare a listarelle le coste (bietole da costa). Le mettiamo ad appassire in una pentola, con poca acqua, poco olio, sale e pepe. Bollite le patate per due minuti e poi unitele alle coste. Aggiungiamo infine anche una julienne di verza e qualche foglia di salvia. Lasciamo stufare per 15 minuti circa.

Lessiamo i pizzoccheri in acqua leggermente salata. Terminata la cottura della pasta, scoliamo il tutto tenendo da parte una tazza di acqua di cottura.

Riversate in un tegame i pizzoccheri e il condimento aggiungendo la besciamella di patate. Mescolate molto delicatamente per non spezzare i pizzoccheri, aggiungendo se occorre un po’ dell’acqua di cottura tenuta da parte. Servite i pizzoccheri ben caldi.

Impasto per i Pizzoccheri fatti in casa

impasto pizzoccheri

Per i più temerari che vogliono preparare i pizzoccheri freschi abbiamo anche una ricetta a disposizione per la preparazione dell’impasto. Oltre agli ingredienti avrete bisogno anche di un mattarello o una macchina per la pasta per tirare la sfoglia a regola d’arte.

Ingredienti pizzoccheri fatti in casa

Farina di grano saraceno (macinato a pietra) 400 g
Farina 0 (macinata a pietra) 100 g
Acqua (alla temperatura di 50°) 270 ml

Setacciate in una ciotola le due farine, aggiungete 270 ml d’acqua e un pizzico di sale e cominciate a impastare. Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e lavoratelo in maniera energica con le mani per ottenere una consistenza omogenea, compatta e il più possibile elastica ma non troppo morbida.

Aiutandovi con il matterello, tirate la sfoglia fino a raggiungere uno spessore di 2-3 millimetri e ritagliatene delle striscioline di pasta larghe circa 7 centimetri; sovrapponetele e ricavatene, tagliandole nel senso della larghezza, tagliatelle larghe quasi 1 centimetro.

In alternativa al mattarello potrete utilizzare anche la macchina per la pasta.

Condividi se hai gradito!

Marco in cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto