Ricetta Melanzane a funghetto

Condividi se hai gradito!

Uno degli ingredienti molto utilizzati nella cucina napoletana troviamo la melanzana, che può essere cucinata in molti modi, melanzana a barchetta al forno, fritta e impanata per la parmigiana di melanzane, oppure ancora per le melanzane sott’olio.

Oggi vedremo uno tra i più gustosi modi di cucinare le melanzane, un piatto estivo perfetto da gustare in ogni momento della giornata: le melanzane a funghetto, un contorno che prende il nome dalla forma che si dà alle melanzane prima della cottura. Le melanzane a funghetto sono molto versatili, possono essere usate come salsa per condire la pasta, si può anche unire alla ricotta per creare una variante oppure si possono aggiungere capperi e olive per creare una versione più saporita.

melanzane a funghetto

La ricetta è realizzabile con pochi ingredienti che si possono trovare facilmente a casa oppure in qualsiasi supermercato.

Le melanzane a funghetto sono una ricetta semplice e fresca che porterà un po’ di conforto nelle giornate estive o troppo calde, basteranno solo pochi passaggi. Vediamo qui di seguito di quali ingredienti abbiamo bisogno, le dosi, come procedere con la preparazione, qualche consiglio utile e come conservare le melanzane a funghetto se dovessero avanzare.

Ingredienti e dosi

Per realizzare le melanzane a funghetto per cinque persone servirà

  • una melanzana;
  • quattro pomodori ramati;
  • uno spicchio d’aglio intero;
  • dieci foglie di basilico;
  • pepe nero, sale e olio extra vergine di oliva quanto basta.

Vediamo ora come mettere insieme tutti questi ingredienti.

Procedimento

Dopo aver procurato tutti gli ingredienti che ci servono e i giusti strumenti che ci aiuteranno nella preparazione, possiamo iniziare a lavare la melanzana accuratamente sotto dell’acqua corrente. Una volta lavata si dovranno eliminare le due estremità più dure, dopodiché si può passare al taglio della melanzana. Si dovrà tagliare a fette facendo attenzione che siano spesse un centimetro, successivamente bisognerà creare delle strisce e, per finire, dei piccoli dadi uniformi.
Realizzati i cubetti passiamo ai pomodori. Dobbiamo lavarli sotto l’acqua e pulirli bene, dopodiché tagliamoli a strisce molto sottili e successivamente creare dei piccoli dadi.

Una volta tagliati gli ingredienti principali dobbiamo prendere una padella molto profonda in cui andrà aggiunto molto olio extra vergine di oliva (le melanzane tendono ad assorbire l’olio), appena sarà bollente andranno aggiunti i cubetti di melanzana che dovranno essere fritti, in modo uniforme fino a farli dorare.

Dopo aver fritto i cubetti di melanzana dobbiamo eliminare una parte dell’olio utilizzato e quella rimanente dovrà essere usata per soffriggere lo spicchio d’aglio che precedentemente abbiamo privato della parte centrale. Dopo aver aggiunto l’aglio si dovrà unire il pomodoro a dadini e farlo cuocere per circa cinque minuti a fiamma media. Poi, al pomodoro cotto, aggiungere delle foglie di basilico a pezzetti e i cubetti di melanzane, abbassare la fiamma e lasciar cuocere per altri dieci minuti. Durante la cottura aggiungere pepe e sale a proprio piacimento.

melanzane a funghetto
Trascorsi i dieci minuti le melanzane a funghetto dovranno riposare per circa venti minuti prima di essere servite, dopodiché si potranno impiattare, meglio se fredde.

Consigli utili e varianti

Per la ricetta è sempre meglio utilizzare del pomodoro ramato fresco oppure il pomodoro del piennolo, che è un’ottima alternativa se si preferisce il gusto del pomodoro concentrato.

Altra alternativa potrebbe essere quella della classica conserva di pomodori, meglio se pelati. Se mentre tagliamo i pomodori notiamo che sono caratterizzati da una buccia eccessivamente dura sarebbe meglio eliminarla, per evitare che nella ricetta rimangano pezzetti di buccia sparse nel sugo a fine cottura.

Le melanzane a funghetto, oltre che servite a freddo, possono essere gustate anche come piatto tiepido. Unico aspetto a cui fare attenzione è il sapore che deve essere bello forte, quindi aggiungere molto basilico senza esitazione e lasciare nella padella con il coperchio chiuso per venti minuti affinché il sughetto sia ben insaporito. Per aggiungere maggior sapore è consigliato inserire nella ricetta una dose di olive e capperi a piacimento.

Per questa ricetta esiste anche una variante senza pomodoro, un’altra invece utilizzando il prezzemolo al posto del basilico. Tutte varianti sicuramente da provare.
Per ottenere una versione light della ricetta è consigliato cuocere le melanzane al forno oppure lessarle, con l’aggiunta di pinoli o mandorle per avere un effetto croccante.

Melanzane a funghetto: come conservarle?

Nel caso dovessero avanzare le melanzane a funghetto è possibile conservarle in frigo per tre giorni al massimo. C’è anche la possibilità di congelarle ma il rischio è che si crei troppa umidità nelle melanzane, così da creare un alterazione di consistenza nella polpa e rovinare la ricetta.

Condividi se hai gradito!

Marco in cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto